Homepage
Introduzione scientifica:
Inquadramento tecnico:
Per i cittadini:


Osservatorio Rifiuti
INFEA

Tabelle conversione
Leggi e normative
Documenti scaricabili
Glossario
Link

 

Provincia di Rimini - Ambiente gestione ambientale
Torna all'homepage
gestione ambientale
Contattateci
gestione ambientale
Energia e Sviluppo Sostenibile

elettromagnetismo
intro - impatti ambientali - aspetti socio-economici - l'eco-consumatore - link
elettromagnetismo


Energia e Sviluppo Sostenibile


 

L’emergia ci insegna che ogni prodotto ha una sua “storia energetica”, raccontata attraverso i materiali che lo compongono, i processi produttivi utilizzati per costruirlo, il trasporto subito dal luogo di fabbricazione alla vendita. E' importante però considerare anche il suo presente energetico - l’energia adoperata per l’uso e la manutenzione – ed il suo futuro – l’energia necessaria per smaltirlo una volta “fuori uso”. In una parola il ciclo di vita del prodotto.

   

Ognuno di questi passaggi ha forti implicazioni ambientali, economiche e sociali. L’estrazione delle materie prime, ad esempio, oltre a produrre impatti diretti sull’ambiente, richiede l’utilizzo di energia. I processi produttivi industriali, oltre ad impattare direttamente sull’ambiente con l’emissione di sostanze liquide o gassose, richiedono anch’essi energia per funzionare. Il trasporto del prodotto per la commercializzazione implica il consumo di carburante (o energia elettrica nel caso di trasporto su ferrovia). Anche l’imballaggio del prodotto influenza il bilancio energetico.  E lo smaltimento finale richiederà più o meno energia secondo la modalità scelta (ad esempio l’energia per il trasporto in discarica). L’industria della carta ad esempio, è ad elevato consumo energetico.

Il consumo di energia che deriva da fonti energetiche non rinnovabili, a sua volta,  produce molteplici impatti ambientali a breve e lungo termine ed a breve e lungo raggio, ma influenza anche gli equilibri economici e sociali, nazionali e globali. Analizzeremo questi aspetti in questa sezione del sito.


   

Il concetto di sviluppo sostenibile, utilizzare cioè le risorse del presente senza compromettere quelle per le generazioni future,  è legato a quello di benessere dell’uomo. A sua volta il benessere dipende dalla possibilità di un equo e durevole accesso ad un ambiente sano ed integro, ma anche ad un certo livello di ricchezza ottenuto nel rispetto dei diritti umani. Il sistema energetico, i modi di approvvigionamento ed uso dell’energia, dovrebbero uniformarsi a questi principi.

Oltre alle politiche energetiche messe in atto ai vari livelli amministrativi, il cittadino-consumatore può influire decisamente sui consumi di combustibili fossili con le sue scelte e i suoi comportamenti.

Riutilizzare scatole e contenitori significa ridurre la produzione di plastica e carta; attuare la raccolta differenziata dei rifiuti significa permettere il riciclo di materiali evitando il consumo energetico necessario per estrarli dalla natura e raffinarli; scegliere elettrodomestici di classe A o prodotti certificati con etichette e marchi ambientali significa prediligere prodotti garantiti per il loro minor consumo di materiali ed energia sia nella produzione che nell’uso; mantenere gli impianti efficienti significa ridurre le emissioni in atmosfera.

Ci sono molti esempi di comportamenti virtuosi che il cittadino-consumatore può attuare per risparmiare energia e proteggere l’ambiente.